Che cosa si fa nella pratica del Qi Gong?

da | Mag 2, 2023

La pratica del Qi Gong varia ampiamente in base al perchè stiamo praticando.

Questo vuol dire che gli esercizi svolti durante una sessione di pratica di Qi Gong variano a seconda di quello che è il nostro obbiettivo.

Ad esempio, se il nostro obbiettivo è calmare la mente, andremo ad eseguire esercizi differenti rispetto ad un’altra persona il cui obbiettivo è invece aumentare la determinazione.

Tipologie di Qi Gong

In linea generale, esistono tre macro-categorie di Qi Gong:

  1. Qi Gong Medico
  2. Qi Gong Marziale
  3. Qi Gong Spirituale

L’obbiettivo della pratica del Qi Gong Medico è la costruzione di un corpo sano e una mente serena, nonchè la cura di determinati disturbi e malattie.

L’obbiettivo della pratica del Qi Gong Marziale è la generazione di potenza, al fine di potenziare le tecniche di combattimento e le prestazioni fisiche in generale.

L’obbiettivo della pratica del Qi Gong Spirituale è innalzare il livello di coscienza dello spirito, con fine ultimo il raggiungimento della illuminazione spirituale.

Alla luce di ciò, la pratica del Qi Gong può quindi assumere sia la forma di movimenti lenti e dolci (Qi Gong Medico) che quella di movimenti veloci e intensi (Qi Gong Marziale).

Allo stesso modo, la pratica del Qi Gong può assumere sia la forma di movimenti dinamici (Qi Gong Medico & Marziale) che di movimenti statici (Qi Gong Spirituale).

Ricercare la meditazione

Tuttavia, dietro a questa apparente diversità, c’è in realtà un fattore comune: vale a dire, la modalità di esecuzione degli esercizi.

Infatti, indipendentemente dalla tipologia di Qi Gong che stiamo praticando, la sua corretta pratica ci richiederà sempre di fare le seguenti quattro cose:

  • Rilassare e radicare in modo profondo il corpo.
  • Controllare il respiro e modularlo a seconda di ciò stiamo facendo.
  • Sgomberare ogni turbolenza emotiva e focalizzare la mente sul momento presente.
  • Usare intenzione e visualizzazione per amplificare l’efficacia della pratica.

Il tutto potrebbe essere riassunto in una singola parola: ossia, meditazione.

La disciplina del Qi Gong è quindi una forma di meditazione e qualsiasi suo esercizio dovrebbe essere approcciato come tale.

Ricorda: il Qi Gong è un lavoro interno, altamente introspettivo!

Dopotutto, è solamente tramite questo approccio meditativo che noi possiamo imparare ad armonizzare la circolazione della nostra energia vitale (Qi) ed eventualemente (ad altissimi livelli) controllarla deliberatamente.

Qi Gong vs Fitness

Una volta compreso ciò, penso non sia difficile comprendere la profonda differenza che esiste tra il Qi Gong dinamico e la ginnastica Occidentale.

Difatti, seppur dall’esterno alcuni movimenti possono perfino essere molto simili, ciò che cambia profondamente è il modo in cui li si esegue.

Mentre pratichiamo il Qi Gong, non possiamo avere la mente che vaga pensando tutt’altro. Allo stesso modo, non possiamo finire con il boccheggiare mentre la nostra faccia si contorce dal dolore e i nostri muscoli sono rigidi come un tronco dallo sforzo.

Idealmente, in ogni momento della pratica, noi dovremmo essere sempre in grado di regolare corpo, respiro e mente.

E non credere che questo valga solo per il Qi Gong spirituale e medico. Quanto appena detto vale anche e soprattutto per il Qi Gong più intenso e marziale!

Qi Gong vs Meditazione Occidentale

Inoltre, è doverso spendere qualche parola anche rigurardo al paragone tra il Qi Gong statico e le altre forme di meditazione più in voga oggigiorno nel mondo Occidentale.

Per carità, sia chiaro: non ho nulla contro di esse! Anzi, mi fa molto piacere che queste si stiano piano piano diffonendo tra la massa.

Tuttavia, ciò non toglie il fatto che ciò che noi Occidentali moderni intendiamo con la parola “meditazione” (ad esempio sedersi a gambe incrociate e contare il numero dei respiri) rappresenta solamente lo strato superficiale di un mondo che è in realtà infinitamente più profondo.

Un mondo che grazie al Qi Gong è possibile esplorare.

Conclusioni

Insomma, per riassumere, nella pratica del Qi Gong ciò che si fa è meditare.

Poi, la forma della meditazione può cambiare da esercizio a esercizio, ma la sua essenza rimane sempre la stessa.

Ulteriori articoli che potrebbero interessarti

Spero che l’articolo appena letto abbia risposto alle tue domande. Se sei interessato/a ad approndire altre tematiche dedicate ai principianti del Qi Gong, qui sotto troverai altri articoli del mio blog che potrebbero fare al caso tuo.

Che cos’è il Qi secondo la Medicina Tradizionale Cinese?

In questo articolo potrai scoprire che cos’è il Qi e comprendere quali sono le sue differenti manifestazioni.

Quali sono i benefici del Qi Gong?

In questo articolo potrai scoprire quali sono i principali benefici del Qi Gong in relazione a corpo, mente e spirito.

Che cos’è il Qi Gong?

In questo articolo potrai scoprire che cos’è il Qi Gong e comprendere l’approccio alla salute della Medicina Tradizionale Cinese.

Se nessuno degli articoli suggeriti qui su fa al caso tuo, puoi consultare l’elenco di tutti gli articoli del blog, cliccando sul pulsante qui sotto.
Buona lettura.

Substack

Se invece sei un praticante di Qi Gong intermedio o avanzato, puoi trovare delle guide adatte a te, iscrivendoti gratuitamente al mio Substack.

Cosa è Substack?

Substack è una piattaforma di pubblicazione per newsletter divenuta popolarissima negli ultimi anni negli Stati Uniti d'America. Cliccando sul pulsante qui sopra, verrai portato/a sul mio profilo Substack. Qui potrai decidere di leggere liberamente i miei articoli, senza nemmeno doverti iscrivere. Oppure potrai decidere di iscriverti gratuitamente comunicando il tuo indirizzo email. Così facendo, ogni qual volta rilascierò un nuovo articolo, potrai comodamente leggerlo direttamente via mail.

Nota: Ho intenzione di rilasciare un nuovo contenuto a settimana ogni lunedì mattina. Quindi non preoccuparti del fatto che la tua casella di posta possa essere bombardata da una valanga di email - l'iscrizione è totalmente sicura!